Export, al via il piano Ice per Puglia, Campania, Sicilia e Calabria


E’ pienamente operativo il nuovo, importante strumento riservato alle imprese delle Regioni Convergenza che vogliono internazionalizzarsi. Il Piano Export Sud, gestito e coordinato dall’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – anche in collaborazione con gli enti territoriali e i sistemi industriali locali – punta ad incrementare le quote export delle Regioni della Convergenza (Puglia, Calabria, Campania, Sicilia) attraverso un fitto programma di iniziative di formazione e di promozione. L’obiettivo e’ quello di consentire alle imprese italiane di queste Regioni, le piu’ esposte alle turbolenze del ciclo economico, di recuperare quote export in Europa e nell’area Mediterranea e di potenziarne l’azione nei Paesi con ulteriori prospettive di crescita come i BRICS (Brasile, Cina, India, Russia, Sud-Africa) che nel 2012 hanno assorbito oltre il 16% delle importazioni mondiali. “L’azione dell’Agenzia vuole rispondere ai bisogni di internazionalizzazione locali mediante iniziative integrate e trasversali, formative e di promozione, volte a favorire la presenza delle produzioni regionali sui mercati esteri”, ha commentato il Presidente dell’Agenzia ICE Riccardo Monti. “Importante la dotazione finanziaria”, ha detto ancora Monti “che abbiamo individuato nell’ambito delle misure previste dal Piano Azione Coesione messo a punto dalla Direzione Generale per l’Incentivazione delle Attivita’ Imprenditoriali del MISE”.
Il Piano utilizza parte della dotazione finanziaria del PAC (Piano Azione Coesione), per un totale di 50 milioni di euro, da strutturare in 3 Programmi Annuali, a seguito del processo di riprogrammazione del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitivita’ 2007-2013 messo a punto dalla DGIAI del MISE. A beneficiarne saranno micro, piccole e medie imprese, start-up, parchi universitari e tecnologici, consorzi e reti di impresa che potranno contare su di una serie di servizi a carattere formativo, prevalentemente a titolo gratuito, e di un programma di iniziative promozionali. “Le azioni previste”, ha affermato il Direttore Generale dell’Agenzia ICE Roberto Luongo “intendono creare e rafforzare le sinergie tra filiere produttive locali valorizzando le realta’ distrettuali di qualita’ e allo stesso tempo esaltando le tante nicchie di eccellenza tecnologica che le Regioni del Sud possono vantare”.

What Next?

Recent Articles