Ecco i Paesi in cui si vive più a lungo: l’Italia è nella top ten

L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un’organizzazione internazionale che si occupa di studiare i paesi che ne fanno parte, per aiutare i governi a “promuovere la prosperità e combattere la povertà attraverso la crescita economica e la stabilità finanziaria”. Ha sede a Parigi, fu fondata nel 1961 e ne fanno parte 34 paesi nel mondo, tutti con un sistema di governo di tipo democratico e un’economia di mercato. Ogni anno l’OCSE pubblica una lista dei dieci paesi dove si vive più a lungo, in cui vengono tenute in considerazione anche alcune nazioni sviluppate che non fanno parte dell’OCSE, come India o Russia. Dai risultati emerge, naturalmente, che gli abitanti dei paesi con l’aspettativa di vita più lunga sono mediamente più in salute degli altri e che la frequenza di malattie gravi è più bassa in queste dieci nazioni. Il rapporto del 2013 evidenzia che per la prima volta nella storia l’aspettativa media della vita tra i paesi dell’OCSE supera gli 80 anni, aumentando di dieci anni rispetto al 1970.

10. Norvegia
La Norvegia è la seconda nazione al mondo per spesa pro capite per la sanità, dietro gli Stati Uniti. Nel 2011 i norvegesi fumatori erano solo il 17 per cento, quasi la metà rispetto al 1990: è il paese in cui si è registrato la maggior diminuzione di tabagismo tra quelli dell’OCSE.

9. Israele
Dei primi dieci paesi è quello con la spesa sanitaria pro capite minore, nonostante sia anche un paese molto giovane: gli abitanti sopra i 65 anni nel 2010 erano infatti solo il 9,9 per cento, contro il 15,1 per cento della media OCSE. Il consumo d’alcol è ancora uno dei più bassi del mondo ma tra il 1990 e il 2007 è aumentato del 33 per cento, uno dei tassi più alti.

8. Svezia
HelpAge International, un’organizzazione non profit che si occupa di aiutare le persone anziane, ha messo la Svezia al primo posto nella classifica delle nazioni migliori per gli anziani.

7. Australia
L’85,4 per cento degli australiani adulti ha dichiarato di essere in buona salute, nel 2011. Nonostante ciò l’Australia è la quarta nazione al mondo con il più alto tasso di obesità.

6. Francia
In Francia l’aspettativa di vita media per le donne è di 86 anni (primo posto con il Giappone), mentre quella degli uomini è di 78,7 anni (tredicesimo posto, e da qui il sesto posto complessivo).

5. Spagna
La Spagna ha solo 3,2 posti letto in ospedale ogni 1000 abitanti, contro i 4,8 della media OCSE e i 13,4 del Giappone. Si prevede inoltre che nel 2050 sarà la nazione più vecchia in Europa, con il 36 per cento di abitanti anziani.

4. Islanda
In Islanda solo il 3 per cento degli adulti tra i 20 e gli 80 anni è malato di diabete, il tasso più basso tra quelli registrati (negli Stati Uniti la percentuale è del 9,8 per cento).

3. Giappone
Il Giappone nel 2010 era la nazione più vecchia tra quelle OCSE, con il 23 per cento della popolazione sopra i 65 anni e il 6,4 per cento sopra gli 80. La mortalità causata da problemi cardiaci è di soltanto 39 persone su 100.000 abitanti, mentre solo il 4,1 per cento della popolazione adulta è obesa (negli Stati Uniti la percentuale è del 36,5 per cento).

2. Italia
In Italia la spesa per abitante per la sanità è circa 2.200 euro all’anno, meno di molti altri stati OCSE. Anche se il tasso di fumatori è sceso meno rispetto agli altri paesi, quello del consumo di alcolici è diminuito, contrariamente a quanto accaduto in molte altre nazioni. Solo il 10 per cento degli adulti è obeso, contro la media OCSE del 17,6 per cento.

1. Svizzera
L’aspettativa di vita alla nascita in Svizzera è la più alta tra i paesi studiati: 83 anni. La spesa sanitaria per abitante è invece la terza più alta.

fonte: Il Post

What Next?

Recent Articles