Domenica e lunedì le Note degli Angeli, una vetrina per il Made in Campania

Presentato “Le note degli angeli”, il programma diretto da Enzo Caccamo che andrà in onda domenica 22 in prima serata in tutto il mondo su RAI ITALIA e lunedì 23 alle ore 20.30 su TV 2000. Sulla Rai condurranno Massimo Giletti e Maddalena Corvaglia. La stessa Corvaglia sarà affiancata da Enzo Palumbo su TV 2000, sul canale 28 del digitale terrestre e sul canale 138 di Sky.
“Questo programma – ha detto l’assessore al Turismo della Regione Campania Pasquale Sommese – rappresenta una straordinaria vetrina, nazionale ed internazionale, che mette in mostra il nostro patrimonio storico-culturale. E’ un caso questo dove il turismo culturale diventa tuttuno con quello dai contenuti religiosi.
“I luoghi che faranno da scenario naturale allo spettacolo, il Duomo di Nola e Pietrelcina, rappresentano sicuramente quelli dove è più sentito il senso del sacro che caratterizza i nostri territori e le nostre genti. A Nola fu composto ed eseguito per la prima volta il canto natalizio per eccellenza, “Tu scendi dalle stelle” e qui San Paolino diede prova ed esempio di un cristianesimo umile e autentico. Pietrelcina è invece il paese natio di San Pio e da qui è partito il frate per quel suo percorso di vita spirituale che tutti conosciamo”, ha concluso Sommese.
Il programma vede la partecipazione di Paolo Conticini, Clizia Fornasier, Massimo Ranieri, Fausto Leali, Silvia Salemi, Frate Alessandro, Antonio Maggio, Antonino, Piero Mazzocchetti, Manuela Villa, Elhaida Dani.

Massimo Ranieri aprirà la serata con “Tu scendi dalle stelle”, canto scritto nel 1754 da Sant’ Alfonso Maria de Liguori, proprio a Nola città che ospita l’evento televisivo. Il cantante napoletano, oltre a un medley di alcuni dei suoi più grandi successi, eseguirà anche “Quanno nascette ninno” e racconterà ai conduttori il suo Natale. Fausto Leali proporrà “A chi” e “Angeli negri”, Antonio Maggio “Sotto la neve”, Antonino “Halleluja”, Piero Mazzocchetti ed Emanuela Villa “Un amore così grande”, Frate Alessandro “Adeste Fidelis”, Elhaida Dani “Adagio”, Silvia Salemi “Silent Night”. Tutti i brani in scaletta saranno accompagnati dall’orchestra I Suoni del Sud diretta dal M° Alterisio Paoletti.

L’attore Paolo Conticini leggerà un passo tratto da uno scritto di San Paolino, e canterà “White Christmas”, Clizia Fornasier si dedicherà alla lettura di alcuni testi sacri.

Ci sarà una testimonianza del vescovo di Nola Beniamino De Palma su Papa Francesco, “Un Uomo tra la Gente”. Frate Alessandro Brustenghi, “la voce di Assisi”, parlerà del Natale e del canto “Tu scendi dalle stelle”. Mons. Pasquale D’Onofrio tratterà del culto della Festa dei Gigli della città di Nola e la devozione a San Paolino. Infine, Violetta Manganiello racconterà la storia di don Arturo D’Onofrio, fondatore dei Missionari della Divina Redenzione e del Santuario della Madonna del Carpinello a Visciano.

“Cominciamo finalmente – ha detto il sindaco di Nola Geremia Biancardi –  a fare promozione del nostro territorio. Siamo doppiamente felici anche per il recente riconoscimento UNESCO e ringrazio la giunta Caldoro per aver posto grande attenzione per il nolano per anni mai adeguatamente valorizzato. Noi abbiamo tante bellezze in un fazzoletto, un grande patrimonio materiale e immateriale che può rappresentare la definitiva crescita di Nola e dell’intera area vesuviana.”

“Abbiamo dei beni che vanno ancora di più valorizzati – ha sottolineato il vicario generale della diocesi di Nola don Lino D’Onofrio – e lo sforzo di tutti noi, chiesa, istituzioni e società civile, deve seguire un’unica strada. Accogliamo con grande piacere iniziative come queste che mettono insieme musica e sociale e danno luce al nostro territorio.”

“Sono molto contenta – ha aggiunto Maddalena Corvaglia – di condurre questo grande evento perché è una manifestazione che porta con sé un importante messaggio sociale. C’è aria di festa e di felicità e speriamo attraverso questa kermesse di dare il giusto rilievo a questo incantevole territorio.”

“Comunichiamo attraverso questo varietà – ha detto il direttore artistico Vincenzo Palumbo – un grande messaggio sociale. Un contenitore di tematiche importanti, non c’è solo musica ma anche cultura e religione. Proprio per i suoi contenuti di grande valore sociale l’evento sarà trasmesso sulla tv ufficiale della CEI .”

What Next?

Recent Articles