Difesa del patrimonio culturale e artistico, il premio Zanotti a tre funzionari del Sud

Un riconoscimento corale per sottolineare la volontà di premiare tre funzionari coraggiosi che difendono il patrimonio culturale e paesaggistico, in particolare nei territori del Sud, contro mille difficoltà interne ed esterne, tra le quali la criminalità e il malaffare.
Il Consiglio direttivo nazionale di Italia Nostra ha deciso di conferire il “Premio Nazionale Umberto Zanotti Bianco” 2013 in ex aequo a:
• Rosa Lanteri – Soprintendenza Beni Archeologici della Regione Sicilia
• Domenico Marino – Soprintendenza Beni Archeologici della Regione Calabria
• Eleonora Scirè – Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno e Avellino.
Il Consiglio ha inoltre deliberato di conferire menzioni speciali per meriti a:
• Maria Rosaria e Piergianni Berardi – bibliotecari presso la Biblioteca dei Girolamini di Napoli
• Fabio Zita – responsabile settore tutela, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio della Regione Toscana.
La cerimonia di premiazione avverrà a Roma oggi alle ore 17.00 presso il Senato della Repubblica – Sala Capitolare del Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva in Piazza della Minerva 38.
I premiati riceveranno un’opera dell’orafo Michele Affidato di Crotone, realizzata per l’occasione dal maestro.
Il Premio nazionale “Umberto Zanotti Bianco” (fra i fondatori di Italia Nostra nel 1955 e primo presidente dell’Associazione, carica che ricoprì fino alla scomparsa, nel 1963 lavorando fino alla fine a favore della tutela del patrimonio culturale italiano) è destinato, con cadenza biennale, a un funzionario pubblico della tutela che si è distinto per la sua attività nell’ambito della difesa del patrimonio storico, artistico, naturale, paesaggistico del nostro Paese, nel rispetto e nell’applicazione delle leggi di tutela, dall’art. 9 della Costituzione al Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.
Il Premio viene assegnato per sottolineare la situazione di particolare difficoltà – economica, organizzativa e di contesto sociale – nella quale si trovano a operare negli ultimi anni tali funzionari, la cui attività, proprio per queste ragioni, assume sempre più spesso un carattere di straordinarietà e implica in taluni casi rischi anche gravi di varia natura.
Prima della cerimonia di premiazione, in occasione del 50° anniversario della morte del fondatore di Italia Nostra, sarà apposto lo speciale annullo filatelico su una particolare cartolina. Sia il disegno dell’annullo che la cartolina è stata creata, per Italia Nostra, da un’artista dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, Sara Zorzino. Sono state stampate 250 cartoline che saranno affrancate e annullate con il timbro predisposto dal Servizio Filatelico di Poste Italiane, che assumeranno così “valore filatelico”.

What Next?

Recent Articles