01182018Headline:

Caos Pd a Cosenza, l’area Renzi chiede un’inchiesta

Luigi Guglielmelli

L’Area Renzi Calabria sul piede di guerra. Ha inviato alla segreteria nazionale del Pd, una richiesta di verifica delle operazioni relative al congresso provinciale di Cosenza.

Le stesse operazioni, come da questa Area più volte denunciato, si sono svolte senza alcuna garanzia per la nostra parte e in grave violazione delle regole statutarie . Sono state segnale numerose irregolarità e violazioni di norme regolamentari, tanto che a pochi giorni dall’avvio delle operazioni elettorali, l’Area Renzi ha deciso di ritirare il proprio candidato alla segreteria provinciale.
Abbiamo anche segnalato come la Commissione provinciale di Garanzia abbia operato in assenza di equilibrio e di rispetto delle regole, tanto che il presidente della stessa è stato poi candidato nella lista dell’ Assemblea Nazionale in quota Cuperlo! Tutte le decisioni sono state adottate a maggioranza  dalla Commissione, e hanno chiaramente  favorito il candidato Guglielmelli, mentre tutte le segnalazioni e i ricorsi presentati dall’Area Renzi sono stati respinti dopo che per diversi giorni sono rimasti inevasi.
Le operazioni elettorali in diversi circoli del Pd, si sono svolte in un clima di forte tensione a causa delle evidenti violazioni delle norme. In alcuni casi le operazioni sono state sospese e poi annullate.
La nostra Area ha anche denunciato irregolarità nel tesseramento 2012, per come confermato dall’allora presidente della Commissione provinciale, Antonio Tursi, con un documento inviato agli organismi del partito. Per buona parte, quel tesseramento risulta irregolare in quanto non sono state versate la quote previste.
La situazione ha superato , ad un certo punto,  i livelli di guardia, tanto che circa 100 esponenti del partito, i parlamentari e i consiglieri regionali, nonché dirigenti, sindaci e amministratori, hanno firmato un documento per chiedere l’immediato intervento del Segretario nazionale, Guglielmo Epifani, e della Commissione nazionale del partito.  Ma nessuno ha inteso rispondere!

Per tutto questo, l’Area Renzi si è ritirata dalle operazioni congressuali. E non ha mai inteso riconoscere l’elezione di Luigi Guglielmelli a segretario provinciale.
Ed è per questa ragione che ha chiesto una circostanziata verifica delle operazioni congressuali, dello svolgimento dei congressi di circolo, dell’operato della Commissione provinciale di garanzia, del rispetto delle norme del regolamento e dello statuto.

What Next?

Recent Articles