Blitz antiusura a Pozzuoli, 9 arresto. Tassi fra il 60 e il 100% all’anno


Nove persone, tra cui cinque donne, sono state arrestate nel corso di un’operazione contro l’usura messa a segno dai carabinieri nella zona di Pozzuoli. Da una prima ricostruzione, venivano praticati tassi usurai tra il 60 e il 100% annui. Molte delle vittime sono commercianti.
“Un giorno importante per la citta’ di Pozzuoli e per l’amministrazione, che fin dal suo insediamento ha organizzato con l’associazione antiracket e antiusura Sos Impresa uno sportello per la denuncia del racket e dell’usura”. Cosi’ il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia commenta gli arresti eseguiti questa mattina nella citta’ flegrea per estorsione, usura e associazione a delinquere. “Ai pm della Dda di Napoli e ai carabinieri della compagnia di Pozzuoli – aggiunge Figliolia – va il mio grazie per aver liberato la citta’ e gli imprenditori dalla morsa delle nuove leve del clan camorristico dei Longobardi-Beneduce, che hanno sfruttato persone disperate, senza soldi e in cerca di prestiti che nessuno concedeva loro. Tra l’altro, sono arresti che arrivano in un momento cruciale, con oltre 200 milioni di euro di fondi europei, che sono arrivati sul territorio per una serie di lavori pubblici importanti”. “Dobbiamo garantire la massima sicurezza e garanzie per gli imprenditori che investiranno in citta’. Un bel segnale per liberare la citta’ dalla morsa di una camorra che tenta di tornare a dettare legge”, conclude il sindaco di Pozzuoli.

What Next?

Recent Articles